ATP 1000 Madrid (29)

Andare in basso

ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Mer Mar 28, 2012 5:01 am

- Madrid - Spain

6 - 13 maggio

Name: Mutua Madrid Open
Category: ATP World Tour Masters 1000
Surface: blu clay
Prize Money: € 3,090,150

Vincitore 2011: Novak Djokovic



(photo by MMO off site)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Mer Mar 28, 2012 5:09 am

- Madrid - Spain


Entry List

1. Djokovic, Novak SRB
2. Nadal, Rafael ESP
3. Federer, Roger SUI
4. Murray, Andy GBR
5. Ferrer, David ESP
6. Tsonga, Jo-Wilfried FRA
7. Berdych, Tomas CZE
8. Fish, Mardy USA
9. Tipsarevic, Janko SRB
10. Isner, John USA
11. Del Potro, Juan Martin ARG
12. Almagro, Nicolas ESP
13. Simon, Gilles FRA
14. Monfils, Gael FRA
15. Lopez, Feliciano ESP
16. Nishikori, Kei JPN
17. Gasquet, Richard FRA
18. Dolgopolov, Alexandr UKR
19. Mayer, Florian GER
20. Verdasco, Fernando ESP
21. Monaco, Juan ARG
22. Melzer, Jurgen AUT
23. Cilic, Marin CRO
24. Granollers, Marcel ESP
25. Stepanek, Radek CZE
26. Raonic, Milos CAN
27. Troicki, Viktor SRB
28. Anderson, Kevin RSA
29. Wawrinka, Stanislas SUI
30. Soderling, Robin SWE
31. Youzhny, Mikhail RUS
32. Chela, Juan Ignacio ARG
33. Benneteau, Julien FRA
34. Roddick, Andy USA
35. Kohlschreiber, Philipp GER
36. Tomic, Bernard AUS
37. Berlocq, Carlos ARG
38. Andujar, Pablo ESP
39. Bogomolov Jr., Alex RUS
40. Davydenko, Nikolay RUS
41. Ljubicic, Ivan CRO
42. Baghdatis, Marcos CYP
43. Llodra, Michael FRA
44. Istomin, Denis UZB
45. Seppi, Andreas ITA
46 - 52 (Q)
53 - 56 (WC)


Alternates Italiani

10. Fognini, Fabio
13. Volandri, Filippo
25. Starace, Potito
36. Lorenzi, Paolo
39. Cipolla, Flavio
64. Bolelli, Simone

avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Mer Apr 25, 2012 10:05 pm

- Madrid - Spain


Le Wild Card


Sono state rese note le WC assegnate dall' organizzazione

- David Nalbandian,
- Juan Carlos Ferrero,
- Albert Ramos,
- Javier Marti.


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Ven Mag 04, 2012 8:12 pm

- Madrid - Spain


Main Draw


(1) DJOKOVIC, Novak SRB bye
Q vs Q
ROCHUS, Olivier BEL vs WAWRINKA, Stanislas SUI
MELZER, Jurgen AUT vs (13) LOPEZ, Feliciano ESP

(9) SIMON, Gilles FRA vs FOGNINI, Fabio ITA
BAGHDATIS, Marcos CYP vs (WC) GARCIA-LOPEZ, Guillermo ESP
RAMOS, Albert ESP vs Q
(7) TIPSAREVIC, Janko SRB Bye

(3) FEDERER, Roger SUI Bye
RAONIC, Milos CAN vs NALBANDIAN, David ARG
TROICKI, Viktor SRB vs YOUNG, Donald USA
BELLUCCI, Thomaz BRA vs (14) GASQUET, Richard FRA

(11) ALMAGRO, Nicolas ESP vs Q
GRANOLLERS, Marcel ESP vs BERLOCQ, Carlos ARG
STEPANEK, Radek CZE vs TOMIC, Bernard AUS
(5) FERRER, David ESP Bye


(8.) ISNER, John USA Bye
(wc) MONTANES, Albert ESP vs CILIC, Marin CRO
(wc) YOUZHNY, Mikhail RUS vs MARTI, Javier ESP
MAYER, Florian GER vs (10) Juan Martin Del Potro ARG

(16) DOLGOPOLOV, Alexandr UKR vs ANDUJAR, Pablo ESP
LLODRA, Michael FRA vs SEPPI, Andreas ITA
Q vs (wc) HARRISON, Ryan USA
(4) TSONGA, Jo-Wilfried FRA Bye

(6) BERDYCH, Tomas CZE Bye
ANDERSON, Kevin RSA vs BOGOMOLOV JR., Alex RUS
Q vs FERRERO, Juan Carlos ESP
KOHLSCHREIBER, Philipp GER vs (12) MONFILS, Gael FRA

(15) VERDASCO, Fernando ESP vs ISTOMIN, Denis UZB
Q vs CHELA, Juan Ignacio ARG
KARLOVIC, CRO vs DAVYDENKO, Nikolay RUS
(2) NADAL, Rafael ESP Bye


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Mar Mag 08, 2012 12:50 am

- Madrid - Spain




(Photo by sphotos.xx)



In attesa dei big, primi verdetti: bene Almagro, Harrison, Troicki e Youzhny


Risultati Day 2

(10) N Almagro d S Giraldo 67(5) 63 63
I Andreev d J Ferrero 64 76(4)
R Harrison d S Stakhovsky 76(3) 76(5)
A Falla d J Chela 63 26 62
G Garcia-Lopez d M Baghdatis 64 36 64
M Youzhny d J Marti 63 62
V Troicki d D Young 61 46 61
D Gimeno-Traver d V Hanescu 76(3) 46 63


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Mer Mag 09, 2012 3:28 am

- Madrid - Spain


Risultati Day 3
(8 maggio 2012)

R64 J Melzer defeats (13) F Lopez 36 76(6) 64
R32 (1) N Djokovic defeats D Gimeno-Traver 62 26 63
R64 M Raonic defeats D Nalbandian 64 64
R32 (6) T Berdych defeats K Anderson 64 63
R64 (10) J Del Potro defeats F Mayer 64 62
R64 (14) R Gasquet defeats T Bellucci 46 64 76(5)
R64 (12) G Monfils defeats P Kohlschreiber 75 67(2) 63
R64 (9) G Simon defeats F Fognini 67(1) 63 63
R64 M Granollers defeats C Berlocq 75 36 75
R64 (16) A Dolgopolov defeats P Andujar 76(5) 64
R64 F Delbonis defeats A Ramos 63 62
R64 R Stepanek defeats B Tomic 62 75
R64 S Wawrinka defeats O Rochus 64 76(3)
R64 M Cilic defeats A Montanes 63 63
R64 A Seppi defeats M Llodra 75 64




avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Mer Mag 09, 2012 6:00 pm

- Madrid - Spain






Grande spettacolo fra Federer e Raonic, ma vince ancora Roger

La terra blu ci regala un match d´altri tempi

Risultati Secondo Turno

(5) D Ferrer defeats R Stepanek 76(4) 62
(2) R Nadal defeats N Davydenko 62 62
(15) F Verdasco defeats A Falla 67(4) 64 64
(11) N Almagro defeats M Granollers 63 76(3)
(4) J Tsonga defeats R Harrison 62 76(4)
M Cilic defeats (8.) J Isner 76(4) 76(3)
S Wawrinka defeats J Melzer 61 64
(12) G Monfils defeats I Andreev 63 10
(14) R Gasquet defeats V Troicki 75 63
(16) A Dolgopolov defeats A Seppi 67(5) 76(5) 63
(10) J Del Potro defeats M Youzhny 64 76(1)
(7) J Tipsarevic defeats F Delbonis 76(5) 67(6) 63
(9) G Simon defeats G Garcia-Lopez 64 63
(3) R Federer defeats M Raonic 46 75 76(4)



avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Gio Mag 10, 2012 6:04 pm

- Madrid - Spain




Quanto vale Madrid?
Dopo il ritiro di Nadal, il torneo di Madrid avrà la stessa forza di oggi?


La vicenda agonistica del Masters 1000 di Madrid sta lasciando spazio alle discussioni sulla terra blu. Sarà così fino alle fasi finali, a meno che non succedano sorprese clamorose come l’eliminazione prematura di qualcuno dei Big-3. Il blu ha indubbiamente migliorato la fruizione televisiva del torneo, ma i giocatori non la sopportano. Nessuno si è dichiarato entusiasta. Al massimo la tollerano. Altri sono indemoniati, a partire da un Novak Djokovic che ha lasciato un set al modesto Daniel Gimeno Traver. Qualcuno, scherzando ma non troppo, ha detto “Quanti Puffi sono stati ammazzati per costruire questo campo?”. Insomma, è possibile che l’esperimento possa anche essere bloccato. Volendo credere ad alcune dichiarazioni, l’ATP ha accettato il cambio senza consultarli. E i giocatori non amano che certe decisioni vengano prese senza il loro consenso. Comunque vada, è stato un trionfo per Ion Tiriac. Il demiurgo rumeno, dopo essersi inventato le raccattapalle modelle e aver fatto costruire dal nulla la “Caja Magica”, continua a regalare immensa popolarità al torneo. Quest’anno ci è riuscito alla grande. Tutto il mondo parla della terra blu e – per proprietà transitiva – del suo torneo. Se gli dovessero imporre di lasciar perdere il blu, non è da escludere che si inventi qualcos’altro per sfidare l’establishment. Intanto ha già detto di auspicare un torneo lungo due settimane.

Il chiacchiericcio sul torneo ha fatto passare in secondo piano l’aspetto più importante. Quanto conta Madrid in chiave Roland Garros? Impossibile non partire da Rafa Nadal. Domina sul rosso da otto anni, ed è normale che oltre a Barcellona ci sia un altro torneo importante nel suo paese. Gli spagnoli hanno passione, tradizione e cultura tennistica. Sfruttando l’onda, Tiriac ha preso il torneo di cui deteneva i diritti (Stoccarda indoor) e lo ha portato a Madrid. Tre anni fa, come detto, il torneo è diventato outdoor ed ha scippato il posto ad Amburgo, declassato a torneo 500 (secondo sgarbo ai tedeschi). In verità, il rapporto tra Nadal e Madrid non è idilliaco. A parte il tifo per il Real, lui ama alla follia Monte Carlo, Roma e Roland Garros. E anche Barcellona. Se fosse obbligato a saltare un torneo sulla terra battuta, sarebbe indubbiamente Madrid. Non ha nulla contro gli organizzatori, ma non gli piacciono le condizioni. In primis, l’altitudine. Madrid si trova a 650 metri sul livello del mare. Significa che la palla viaggia più veloce, obbligando ad adattamenti fini a se stessi, perché condizioni analoghe non si trovano in nessun altro torneo sulla terra. Non c’è dubbio che la terra di Madrid (blu o rossa) sia la più veloce del circuito. Volendo estremizzare, non è detto che sia più lenta del cemento di Indian Wells e (soprattutto) Miami, dove si è a lungo dibattuto sulla lentezza dei campi. Nadal ha vinto nel 2010 (anno in cui ha centrato lo “Slam Rosso”), ma ha subito due batoste contro Federer (2009) e Djokovic (2011). “Qursto non è un classico torneo su terra – ha detto Nadal – qui c’è sempre la possibilità di giocare male. Io parlo nell’interesse del tour e dei giocatori, in modo da avere un torneo su terra con meno problemi”.

Ovviamente Nadal non è d’accordo con il passaggio alla terra blu, ma l’altura è un fattore ancora più importante. Se il circuito ATP vuole creare un mini-tour in preparazione del Roland Garros (come avviene con la Us Open Series e, più recentemente, con la breve Australian Open Series), è fondamentale che ci sia uniformità di superfici e condizioni. L’anno scorso si era già presentato il problema delle palline, con i tornei di avvicinamento che si giocano con Dunlop e il Roland Garros passato a Babolat. Adesso si aggiunge la diversità della superficie e torna d’attualità la questione dell’altitudine. Perché si deve giocare a quasi 700 metri quando tutti gli altri tornei si giocano sul livello del mare? Il calendario ATP propone solo altri due tornei in condizioni simili: Gstaad e Kitzbuhel. Tuttavia si tratta di eventi post-Wimbledon, di medio-basso livello, terra di conquista per irriducibili terraioli. Madrid ha ambizioni molto diverse ma non ha la tradizione di Roma e Monte Carlo. E allora è sempre più lecita una domanda: quale sarà il futuro del torneo dopo il ritiro di Nadal? Ion Tiriac è uno che non guarda in faccia a nessuno. Ha portato via il torneo dalla Germania perché era finita l’epoca di Becker e Graf. Se la Spagna non troverà l’erede di Nadal, come si comporterà il vecchio Ion? Porterà un Masters 1000 in Bulgaria se dovesse esplodere Dimitrov? O in una Repubblica ex sovietica a caccia di pubblicità? Difficile fare un pronostico.
Immagine e articolo da TB (n.d.r.)


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Ven Mag 11, 2012 12:25 am

- Madrid - Spain


Toni Nadal vs Tiriac: ´ Spero vada via´


Arrabiatissimo Toni Nadal dopo la sconfitta di ieri contro Verdasco.
Ospite del programma "Al Primer Toque" si scaglia contro gli organizzatori del torneo spagnolo: " Avevo ripetutamente detto a Rafa di non giocare Madrid. Per Rafa disputare questo torneo è una delle più grandi speranze ma alla fine gli organizzatori con questa scelta hanno penalizzato i giocatori spagnoli che sono soprattutto terraioli. E' un evento collocato in una data sbagliata e ti destabilizza soltanto il gioco. Sembra che a questo evento tutto venga concesso. Prima si giocava sul cemento, poi si è passati alla terra e adesso ci troviamo su dei campi azzurri. Questo ti crea dei problemi perchè è tutto diverso."

Dure le parole anche nei confronti di Tiriac: " Spero che se ne vada da un'altra parte così possiamo organizzare il torneo senza di lui. La colpa è anche dell'ATP che ha permesso di fare a lui una cosa del genere. Quale altro potere dobbiamo dare a quest'uomo? Anche quello di cambiare usi e costumi dei giocatori? Dopo la partita Tiriac si è scusato con Rafa ma ripeto l'ATP è colpevole allo stesso modo e spero che l'anno prossimo la storia cambi."
Lo spagnolo si esprime anche nei confronti di Verdasco: " Ha giocato molto meglio soprattutto nelle ultime fasi del match ma non capisco nemmeno lui. Prima si arrabbia con il campo, adesso dice che le condizioni sono le stesse dello scorso anno.
Non capisco ma sappiamo come sono i giocatori, quando vinci dimentichi tutto."

Toni è consapevole del fatto che Rafa è ormai una celebrità ma per lui rimane un "ragazzo normale che gioca un tennis abbastanza buono. Molti pensano che quello che riesce a fare rappresenti qualcosa di eccezionale. E' vero ha vinto tanto e non è facile vincere tutto questo, ma non c'è niente di più. Ogni volta che andiamo in campo abbiamo sempre le stesse paure e gli stessi dubbi."
TWI (n.d.r.)


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Ven Mag 11, 2012 10:30 pm

- Madrid - Spain






Avanza Federer, Djokovic affonda nel blu

Tipsarevic approfitta della confusione di Nole e centra la semifinale.Roger avanti senza affanni. Dai nostri inviati a Madrid

Risultati Quarti di Finale

(7) J Tipsarevic defeats (1) N Djokovic 76(2) 63
(6) T Berdych defeats (15) F Verdasco 61 62
(10) J Del Potro defeats (16) A Dolgopolov 63 64
(3) R Federer defeats (5) D Ferrer 64 64



Madrid (SPAGNA). La terra blu protagonista indiscussa del torneo madrileno. Dopo Nadal, saluta il Mutua Madrid Open anche il numero 1 del mondo, Novak Djokovic, che viene sconfitto da Janko Tipsarevic per 7-6(2) 6-3 in 1 ora e 43 minuti di gioco. Chissà se il buon Tiriac pensava ad un torneo così imprevedibile quando ha deciso di passare a questa superficie. Djokovic lascia così il trono di Madrid dopo una sola stagione, e lo fa comunque non nel migliore dei modo. L'alibi della "blu clay" non può infatti far passare in secondo piano un atteggiamento molto rinunciatario, specie verso la fine dell'incontro, sottolineato anche dalla disapprovazione degli spettatori presenti.

La sfida tutta serba che apre il programma serale sulla Pista Manolo Santana di questo caldissimo venerdì madrileno (alle 20:00 c'erano ancora 30°C) richiama un buon pubblico sugli spalti, ancora sotto choc per la sconfitta di Rafa Nadal. Il match sembra però iniziare sotto i migliori auspici per Djokovic, che già nel terzo gioco si procura ben quattro palle break, tutte però ben giocate dall'avversario. Che prende coraggio, risponde colpo su colpo da fondo, e trascina la soluzione del parziale fino ad un inevitabile tie break, dopo circa 50 minuti di gioco.

Ma il Novak in campo questa sera non è quello dell'anno scorso, quasi intomorito da questa terra blu (roba da Chuck Norris), e quando inizia la lotteria finale con un doppio fallo il pubblico capisce che dovrà sudare. Tipsarevic non cede un metro, un gran dritto e un ace lo portano sul 3-0, fortificato ancora da un erroraccio serbo di dritto, fino al 4-0. Djokovic si scuote, per così dire, col punto successivo, ma quando subisce un gran passante dal fondo(1-5) alza bandiera bianca e si proietta già al set successivo.

La riscossa del numero 1 del mondo non c'è, Tipsarevic continua a macinare un gioco pulito e tremendamente efficace, salendo sul 5-2 e con ben 3 match point consecutivi. I fischi, prima solo accennati, sono ora copiosi da parte del pubblico della Caja, indispettito dall'atteggiamento rinunciatario di Nole. Che, da campione indiscusso quale è, risale, con 2 ace e altrettante prime vincenti, tenendo il servizio. Sul 3-5, l'ultimo lampo, con il braccio di Tipsarevic che trema, Nole che si procura tre palle per un insperato controbreak, ma che poi piuttosto in difficoltà nel trovare gli appoggi sul terreno, lascia, al quarto match point, il definitivo via libera al connazionale. Sfogando poi in sala stampa tutta la sua frustrazione, alla vigilia di appuntamenti cruciali come Roma e soprattutto Parigi, vero crocevia della sua stagione.

Prima semifinale in un Master1000 su terra per Tipsarevic, alla prima vittoria stagionale contro un top 10 dopo 4 tentativi; non batteva uno dei primi 10 del mondo su terra dall'Aprile 2009 (Monfils a Montecarlo). E' la sua seconda vittoria in carriera contro un numero 1 del mondo (l'altra, sempre contro Djokovic, al Master di fine anno del 2011 nel Round Robin), a fronte di 5 sconfitte. Sicuramente, come ha confermato poi in conferenza stampa, uno dei pochi favorevoli a questa discussa terra blu.

E’ dunque Roger Federer l’unico grosso pesce capace di nuotare nel blu di Madrid. Lo svizzero, al contrario dei due giocatori che lo precedono in classifica, non ha avuto alcun problema ad adattarsi alla nuova superficie e dopo aver superato Raonic veleggia sereno verso la terza affermazione nella capitale spagnola. Come da tradizione, non è stato un ostacolo degno di tale nome il numero 6 del mondo David Ferrer, sconfitto in due rapidi set con il punteggio di 6-4 6-4 in un’ora e 22 minuti. Si tratta della tredicesima vittoria di Roger contro il mastino spagnolo, quarto giocatore più battuto dal sedici volte campione di slam(dopo Roddick,Davydenko e Soderling) nonché tennista contro il quale Federer ha vinto per più volte senza perdere mai(27-3 il conto dei set).

Classica partita tra Roger e David, con il primo a fare gioco ed il secondo a cercare di difendersi, ma incapace di arginare, con la sola regolarità, lo strapotere tecnico del fenomeno elvetico (90% di punti vinti con la seconda). La superficie rapida di Madrid, tanto bistrattata dai suoi colleghi, ha agevolato il compito di Federer, che ha portato a termine l’incontro senza concedere palle break e con un grandissimo rendimento con il servizio, perdendo appena sei punti in battuta. Un break per set è stato sufficiente per chiudere la pratica senza brividi di sorta. Una prova magari non abbacinante come quella di ieri, ma buona per centrare la semifinale senza sprecare preziose energie.

Con l’eliminazione di Djokovic diventa Federer il naturale favorito per la vittoria finale e il pur ottimo Tipsarevic ammirato oggi non sembra in grado di poter impensierire il fenomeno svizzero nella partita di domani.
Articoli e Foto da TWI




avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Sab Mag 12, 2012 9:53 pm

- Madrid - Spain


SFs Day





(6) T. Berdych d (10) J M Del Potro 76(5) 76(6)

Chi aveva ancora dubbi sulla solidità mentale che negli anni scorsi aveva scarseggiato nel tennis di Tomas Berdych, dovrà certamente ricredersi. Sia Del Potro che Berdych arrivavano allo scontro con un percorso piuttosto netto e senza aver ancora perso un set. Tra i due, chi si presentava meglio all'appuntamento odierno era senz'altro Tomas Berdych in grado di non perdere mai il servizio nei 25 turni di servizio giocati. Nonostante il biglietto da visita del ceco fosse piuttosto importante, a consolare Juan martin Del Potro c'era il conto dei precedenti che, prima del match, recitava 3-1 in suo favore con le ultime tre partita a suo appannaggio.
E forse proprio il ricordo fresco degli ultimi trionfi di Del Potro ai danni del ceco fanno in modo che, dei due, ad entrare in campo più centrato sia proprio l'argentino. Il break albiceleste nella prima frazione arriva, infatti, già al terzo gioco. Ma i progressi mentali di Berdych sono ormai risaputi e nel decimo gioco, mentro Delpo serve per il set, il ceco trova il controbreak che gli consente di arrivare al tie break e farlo suo per 7 punti a 5. L'andamento del secondo parziale è esattamente l'opposto. A partire forte questa volta è Berdych che piazza subito l'allungo nel primo game, salvo poi farsi recuperare da un Del Potro in costante crescita. L'epilogo più logico è di nuovo il tie break. Sul 6-6 arriva una chiamata dubbia (ma corretta) su una prima di Del Potro che si distrae colpevolmente e perde i due punti successivi.
Del Potro esce malamente di scena, mancando a torto pieno di dare la mano all'arbitro, che, a verifiche effettuate anche dal falco, aveva fatto molto bene il suo dovere. Ma ritornando al vincitore, grandi numeri al servizio per il ceco, autore di 15 aces, e incredibile concretezza nei momenti importanti (2 su 2 nel conto delle palle break convertite). Una curiosità: a conferma una volta di più che il tennis non è uno sport aritmetico, il conto dei punti alla fine del match è di 79 pari. Ma sarà Tomas Berdych domani a contendere il titolo a Roger Federer, che dovrà guardarsi bene dal sottovalutarlo. Per lui si tratta della terza volta all'atto conclusivo di un Master 1000, dopo la vittoria a Bercy nel 2005 e la sconfitta in finale a Miami nel 2010.






(3) R. Federer d (7) J Tipsarevic 62 63

Basta un’ora e sei minuti a Roger Federer per mettere le mani sulla finale numero 104 della sua straordinaria carriera. Il fenomeno di Basilea ha regolato la sorpresa del torneo, Janko Tipsarevic, con un comodo 6-2 6-3, al termine di una partita molto somigliante ad un assolo per tre quarti di gara e bene gestita nel finale, quando il serbo ha provato a tirar fuori la testa dall’acqua.
Tipsarevic ha pagato l’essersi svegliato troppo tardi, quando lo svizzero aveva già saldamente la partita tra le sue grinfie. Dopo 50 dei 66 minuti totali il punteggio recitava 6-2 4-1 ed il vantaggio era una dote troppo corposa per il Federer deluxe di questo torneo, che dopo aver perso la battuta nel primo set della prima partita contro Raonic, non ha più concesso ad alcuno dei suoi avversari un proprio game di battuta. Addirittura nel primo set, Tipsarevic riusciva a mettere a referto solo due punti in risposta, regalati da Federer, che apriva il quinto gioco con due doppi falli. Migliore il rendimento del serbo nel secondo set, specie nella seconda parte, quando il numero 8 del mondo riusciva a conquistarsi anche una palla del contro break. Sfortunatamente il suo rovescio, sul quale Roger nulla avrebbe potuto, atterrava poco al di là della riga e faceva svanire le flebili possibilità di un’incredibile rimonta. Poco da dire sul resto della gara, che per Federer si è rivelata un puro esercizio di stile, offerto ad un pubblico come al solito entusiasta del genio svizzero. 25 vincenti e 13 non forzati sono un bottino eccellente per una partita così breve, statistiche che mettono perfettamente in luce la grandissima qualità della prova offerta dal 16 volte campione di slam.
Tra Federer e il ventesimo Master 1000 della carriera, il titolo che lo riporterebbe in testa a questa speciale classifica, al pari di Rafael Nadal, ci sarà l’ottimo Tomas Berdych. Il ceco è un avversario che in passato ha messo in difficoltà Roger, regalandogli anche discreti dispiaceri, specie alle olimpiadi del 2004 e a Wimbledon 2010. Tuttavia, lo score su terra, che vede Federer vincente netto in due incontri su due su terra, nonché la grandissima condizione mostrata dallo svizzero sul blu madrileno, lasciano supporre che il settantaquattresimo titolo sia ampiamente alla portata del numero 3 del mondo.

Inoltre una vittoria oggi avrebbe anche un altro significato importante, visto che sancirebbe il sorpasso su Rafael Nadal al numero due del ranking mondiale.

Immagini e articoli da TWI (n.d.r.)



avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  errex il Dom Mag 13, 2012 6:08 pm

Madrid - Spagna


(twi)

R Federer d T Berdych 36 75 75

da TWI (n.d.r.)

Cambia la superficie ma il Madrid Open rimane nel destino di Roger Federer, primo "man in blue" (vista la presenza di Will Smith in tribuna) della storia del tennis. Per la terza volta in carriera, grazie al 3-6 7-5 7-5 rifilato a Tomas Berdych, lo svizzero è il re di Madrid. E’ il secondo tennista nella storia a vincere uno stesso torneo su tre superfici diverse: nel 2005 vinse sul cemento indoor, nel 2009 sulla terra rossa e infine oggi sulla tanto discussa terra blu. Prima di lui soltanto Connors era riuscito a compiere tale impresa, allo Us Open, su erba, terra verde e cemento. Volendo considerare il blu come un clay court, Roger è il primo nella storia a vincere almeno 10 trofei su 3 superfici diverse. E’ anche il ventesimo master 1000 della carriera dello svizzero, che aggancia nuovamente Nadal in testa a questa speciale classifica.

Sicuramente è stata la vittoria più dura a Madrid, perché, al contrario delle altre due dominate, questa finale è stata equilibratissima (nonostante un problema all'anca per lo svizzero), di altissimo livello e si è decisa soltanto sul filo di lana dopo quasi due ore e 40 minuti di battaglia. Una battaglia di spada e di fioretto, tra due grandi interpreti del nostro sport, forse i migliori del mondo per pulizia dei colpi e stile. Tuttavia, la vittoria di Roger, deve essere valutata al netto dei regali di Tomas Berdych. Il modo in cui il ceco ha concluso il secondo ed il terzo set spiegano alla perfezione come mai l’attuale numero sette del mondo, nonostante l’incredibile talento e l’eccezionale fisico, non sia riuscito mai ad imporsi come giocatore di livello assoluto, capace di vincere i tornei più importanti.

Nel primo set Berdych metteva in mostra un tennis a tratti irresistibile, lasciava andare il braccio in risposta e toglieva il ritmo a Federer, tenendolo lontano dal campo. Grazie al break ottenuto in apertura portava a casa il parziale e dava l’impressione di poter sovvertire il pronostico, anche alla luce di un Federer che non sembrava essere al meglio, a causa di un problemino all'anca sinistra e di una presunta influenza. In avvio di seconda partita lo svizzero aggiustava il mirino e prendeva le misure al suo avversario, conducendo le danze comodamente fino al 5-2. Da quel momento, per circa dieci minuti, Berdych iniziava un autentico show, fatto di incredibili risposte ed accelerazioni al fulmicotone. In un amen il set si riequilibrava con l’inerzia che tornava prepotentemente dalla parte del ceco. Ma come abbiamo detto Tomas è un giocatore volubile, uno che in campo non dà l’idea di pensare molto e di vivere le situazioni con il giusto approccio emozionale. Un incredibile doppio fallo regalava il parziale a Roger, che si ritrovava al terzo senza aver fatto nulla di eccezionale.

La partita decisiva era una girandola di emozioni: l’avvio sorrideva a Berdych, che si procurava tre palle break nei primi due giochi di risposta. Il ceco però un po’ per sfortuna e un po’ per eccessiva fretta, gettava al vento le occasioni con due risposte appena fuori. A fatica Roger, più con il cuore che non con il gioco, riusciva a mantenere la testa e sul 4-3 in suo favore si ritrovava con tre palle break consecutiva in suo favore. Qui Berdych riusciva a dimostrare per la seconda volta nel match di essere un soggetto decisamente borderline. Prima piazzava tre incredibili ace di fila, per annullare le palle break, ma successivamente rovinava tutto con due doppi falli. Partita finita? Macché. Federer regalava qualcosa, ma Berdych era bravo a giocare con grande aggressività accettando i rischi. Controbreak e nuovo arrivo in volata. Come nel secondo set, Berdych, chiamato a servire sotto per 5-6, tremava e sprofondava sullo 0-40. Con l’ennesimo colpo di reni riusciva a rientrare in parità, salvo sparare due dritti a campo aperto prima sui teloni e poi in mezzo alla rete consegnando il settantaquattresimo trofeo della carriera a Roger Federer.

Non il successo più meritato duque, per quanto visto in campo, ma alla fine, nel tennis, vince chi è più continuo e sfrutta al meglio le occasioni che ha. Oggi, anche se a giocar meglio per larghissimi tratti è stato Berdych, nelle fasi cruciali, Roger è stato il migliore. Una vittoria che vale doppio, visto che con il trofeo dedicato a Ion Tiriac e gli oltre cinquecentomila dollari di prize money, arriva anche il sorpasso in classifica a Nadal e la seconda posizione mondiale. Uno sconvolgimento in classifica che potrebbe mischiare le carte del prossimo Roland Garros, con la possibilità di un incrocio Djokovic-Nadal già in semifinale e un cammino sulla carta più agevole per Roger Federer.


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Madrid (29)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum