ATP 1000 Montecarlo (23)

Andare in basso

ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Gio Mar 01, 2012 3:37 am

Monte-Carlo - Principato di Monaco

15 - 22 aprile 2012

Name: Monte-Carlo Rolex Masters
Category: ATP World Tour Masters 1000
Surface: Clay
Prize Money: € 2,427,975


Winner 2011: Rafael Nadal



(photo by MCRM off site)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Mar Mar 20, 2012 9:36 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco


Entry List

1. Djokovic, Novak SRB
2. Nadal, Rafael ESP
3. Murray, Andy GBR
4. Ferrer, David ESP
5. Tsonga, Jo-Wilfried FRA
6. Berdych, Tomas CZE
7. Tipsarevic, Janko SRB
8. Isner, John USA
9. Almagro, Nicolas ESP
10. Simon, Gilles FRA
11. Monfils, Gael FRA
12. Lopez, Feliciano ESP
13. Nishikori, Kei JPN
14. Gasquet, Richard FRA
15. Dolgopolov, Alexandr UKR
16. Mayer, Florian GER
17. Verdasco, Fernando ESP
18. Monaco, Juan ARG
19. Melzer, Jurgen AUT
20. Cilic, Marin CRO
21. Granollers, Marcel ESP
22. Stepanek, Radek CZE
23. Raonic, Milos CAN
24. Troicki, Viktor SRB
25. Anderson, Kevin RSA
26. Wawrinka, Stanislas SUI
27. Youzhny, Mikhail RUS
28. Chela, Juan Ignacio ARG
29. Benneteau, Julien FRA
30. Kohlschreiber, Philipp GER
31. Tomic, Bernard AUS
32. Berlocq, Carlos ARG
33. Andujar, Pablo ESP
34. Ljubicic, Ivan CRO
35. Llodra, Michael FRA
36. Istomin, Denis UZB
37. Seppi, Andreas ITA
38. Young, Donald USA
39. Bellucci, Thomaz BRA
40. Nieminen, Jarkko FIN
41. Ferrero, Juan Carlos ESP
42. Kubot, Lukasz POL
43. Rochus, Olivier BEL
44. Haase, Robin NED
45. Fognini, Fabio ITA
46 – 52 (Q)
53 – 56 (WC)



Alternates Italiani

2. Volandri, Filippo
9. Starace, Potito
17. Lorenzi, Paolo
34. Bolelli, Simone
41. Giannessi, Alessandro
51. Viola, Matteo
54. Vagnozzi, Simone

avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Ven Apr 13, 2012 9:57 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco


Forfait


- Gael Monfils

- Richard Gasquet

- John Isner
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Sab Apr 14, 2012 1:11 am

Monte-Carlo - Principato di Monaco


Main Draw

(1) DJOKOVIC, Novak SRB Bye
Q vs SEPPI, Andreas ITA
TOMIC, Bernard AUS vs ISTOMIN, Denis UZB
CHELA, Juan Ignacio ARG vs (16) DOLGOPOLOV, Alexandr UKR

(11) MONACO, Juan ARG vs HAASE, Robin NED
LLODRA, Michael FRA vs FOGNINI, Fabio ITA
BELLUCCI, Thomaz BRA vs ANDERSON, Kevin RSA
(5) FERRER, David ESP Bye

(3) MURRAY, Andy GBR Bye
TROICKI, Viktor SRB vs (wc) LISNARD, Jean-Rene MON
BENNETEAU, Julien FRA vs GRANOLLERS, Marcel ESP
KUBOT, Lukasz POL vs (15) MELZER, Jurgen AUT

(12) NISHIKORI, Kei vs RAMOS, Albert ESP
YOUNG, Donald USA vs (wc) MATHIEU, Paul-Henri FRA
Q vs CILIC, Marin CRO
(6) BERDYCH, Tomas CZE Bye

(7) TIPSAREVIC, Janko SRB vs BYE
RAONIC, Milos CAN vs MONTANES, Albert ESP
YOUZHNY, Mikhail RUS vs Q
(wc) BALLERET, Benjamin MON vs (9) SIMON, Gilles FRA

(13) VERDASCO, Fernando ESP vs ROCHUS, Olivier BEL
LJUBICIC, Ivan CRO vs DODIG, Ivan CRO
KOHLSCHREIBER, Philipp GER vs Q
(4) TSONGA, Jo-Wilfried FRA Bye

(8.) ALMAGRO, Nicolas ESP Bye
BERLOCQ, Carlos ARG vs (wc) STARACE, Potito ITA
Q vs ANDUJAR, Pablo ESP
WAWRINKA, Stanislas SUI vs (10) LOPEZ, Feliciano ESP

(10) Florian MAYER vs Q
Q vs VOLANDRI, Filippo ITA
STEPANEK, Radek CZE vs NIEMINEN, Jarkko FIN
(2) NADAL, Rafael ESP Bye
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Mar Apr 17, 2012 12:28 am

Monte-Carlo - Principato di Monaco





Arrivano gli Azzurri

Se la domenica vi era stato quantomeno l’addio al tennis di Ivan Ljubicic a movimentare la giornata, il lunedì ha proposto un programma talmente deludente da spingere gli appassionati italiani (che rappresentano quasi la metà del totale) a spingersi fino al campo 2 per vedere il doppio dove erano impegnati Fognini e Bolelli (sconfitti in due set da Wawrinka-Troicki). Tribune piene, nonostante l’appeal della specialità sia piuttosto debole. Vale dunque la pena soffermarsi sul programma di martedì che vedrà impegnati i sei italiani presenti.

VOLANDRI vs GIANNESSI
Cominciamo col derby, forse la partita di maggior interesse, quantomeno per verificare i miglioramenti di quella che resta il nome nuovo degli ultimi mesi in casa azzurra. Per Giannessi un test difficile, con un Volandri che si è ritrovato su ottimi livelli e che può proporgli difficoltà tecniche non indifferenti, soprattutto perché il tanto amato gancio mancino di Giannessi, in questo caso finirà sul rovescio di Filippo, il suo colpo migliore. Però l’esordio in un Masters Series aiuterà non poco Giannessi nella sua crescita mentale: i mezzi per arrivare al livello degli top player italiani ci sono tutti. Pronostico: Volandri in tre set.

FOGNINI vs LLODRA
Fognini è rientrato a pieno regime nel circuito e i fastidi al piede sono risolti. A Casablanca ha mostrato un buon tennis, anche se gli mancano partite per trovare il livello di gioco adeguato al talento. Con Llodra non è mai facile perché non si è abituati ad affrontare un giocatore serve&volley, tantomeno sulla terra. Ha ragione papà Fulvio quando dice di essere contento che il match sia stato programmato sul Centrale che ha spazi maggiori e consente di correre di più. Se Fognini terrà alta la percentuale di prime palle ed eviterà di essere attaccato sistematicamente, può portarla a casa, soprattutto se il match va per le lunghe. Pronostico: Fognini in tre set.

SEPPI vs HANESCU
Seppi parte favorito contro un giocatore che ha sempre espresso un bel tennis ma che fisicamente è in calo. La chance di giocare un secondo turno prestigioso contro Novak Djokovic rappresenta un ulteriore stimolo per Andreas. Pronostico: Seppi in due set.

BOLELLI vs CILIC
In assoluto non un bruttissimo sorteggio, perché Simone soffre soprattutto gli arrotini che gli allungano molto gli scambi, piuttosto che avversari che la mettono sul ritmo da fondocampo. Cilic sulla terra ha spesso faticato e le condizioni di gioco piuttosto lente non favoriscono nessuno dei due. Bolelli ha dato segnali di ripresa e una bella vittoria a Monte Carlo può essere il giusto viatico per ritornare su posizioni che competono al suo talento. Pronostico: Bolelli in due set (molto lottati).

STARACE vs BERLOCQ
Partita non semplice perché Berlocq è tornato su alti livelli, anche se settimana scorsa si è ritirato dal torneo di Houston. Starace invece, sta attraversando un momento difficile. Partita aperta. Pronostico: Berlocq in tre set.


TennisBest (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Mer Apr 18, 2012 6:47 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco


i risultati di ieri

N Djokovic defeats A Seppi 61 64
R Nadal defeats J Nieminen 64 63
T Bellucci defeats D Ferrer 63 62
G Simon defeats F Gil 63 60
J Benneteau defeats J Melzer 64 63
T Berdych defeats M Cilic 76(3) 61
A Dolgopolov defeats B Tomic 62 57 61
K Nishikori defeats P Mathieu 64 62
J Tipsarevic defeats A Montanes 62 63
N Almagro defeats P Starace 76(3) 61
R Haase defeats F Fognini 64 64
M Kukushkin defeats F Volandri 76(8.) 26 62
S Wawrinka defeats P Andujar 75 63






Djokovic batte Seppi, avanza anche Nadal

Novak Djokovic fa valere tutti i favori del pronostico battendo in due set Andreas Seppi al secondo turno di Montecarlo: fuori anche Filippo Volandri, che a sua volta perde malamente contro il kazako Kukushkin, Starace e Fognini, che cedono in due set contro Almagro e Haase
Prima partita della stagione sul rosso per Novak Djokovic, e subito mietuta la prima vittima nei panni del nostro Andreas Seppi: l'altoatesino cede in poco meno di un'ora e mezza di gioco con il punteggio di 6-1 6-4, e lascia dunque strada libera a Nole per accedere agli ottavi di finale, dove se la vedrà con l'ucraino Alexander Dolgopolov, a sua volta vincente sull'australiano Bernard Tomic (6-2 5-7 6-1).
Djokovic gioca e spinge moltissimo da fondocampo e lascia ben poche chance al nostro Andreas che, da parte sua, fatica nel limitare gli errori, soprattutto in un primo set che lo vede raccogliere un solo game. L'azzurro riesce a limare qualcosa nel secondo, strappando anche qualche applauso da un buon pubblico sugli spalti del Centrale: nonostante il break subito al terzo gioco, Seppi rimane nella scia del numero 1 del mondo, ma non riesce a capitalizzare le opportunità di controbreakkare nell'ottavo game sul 4-3 a sfavore e si vede costretto ad abdicare 6-4.
Con questa vittoria, Djokovic sale 7-0 nello scontro diretto contro Seppi e migliora il suo record a 21-2 in questa stagione.

Mikhail Kukushkin b. Filippo Volandri 7-6(8.) 2-6 6-2
Dopo l'uscita di scena di Seppi, ampiamente prevedibile sulla carta, saluta anche Filippo Volandri, sconfitto, però, in un match decisamente abbordabile contro il kazako Kukushkin, classe '87, numero 68 nel ranking ATP. L'azzurro perde male, sprecando l'impossibile nel primo set e affievolendosi improvvisamente nel terzo: avanti 4-0 nel parziale d'apertura, Seppi si fa rimontare in maniera impronosticabile dall'avversario e perde al tie-break dopo aver annullato tre palle set. Nel secondo parziale, l'azzurro strappa il servizio sul 2-1 e infila poi tre giochi consecutivi per chiudere facilmente sul 6-2, ma nel terzo set cede la battuta nel terzo e settimo gioco servendo a Kukushkin il successo su un piatto d'argento.

Rafael Nadal b. Jarkko Nieminen 6-4 6-3
E a Kukushkin toccherà ora l'onere di affrontare Rafael Nadal, che supera a sua volta Jarkko Nieminen in due set e archivia così la sua settima vittoria in altrettanti match contro il finlandese. Lo spagnolo, tornato dopo l'infortunio al ginocchio sofferto a Miami il mese scorso, passa il turno controllando la partita, senza, però, dare l'impressione di un dominio assoluto: Nieminen, infatti, cerca di forzare molto per evitare scambi lunghi, ma questa tattica lo porta a segnare sì dei bei vincenti ma anche a sbagliare tanto, soprattutto nei momenti topici del match. La prossima partita, sulla carta abbordabilissima per lo spagnolo, servirà per giudicare meglio le sue condizioni fische: Rafa va in cerca del suo ottavo titolo consecutivo.

Nicolas Almagro b. Potito Starace 7-6, 6-1
Non basta un primo set giocato ad altissimi livelli a Potito Starace per avere la meglio su Nicolas Almagro, numero otto del tabellone. Il campano si deve arrendere nonostante un buon tennis e soprattutto una prima parte nella quale ha concesso zero palle break all'avversario e ribattuto colpo su colpo forzando il tie break. Proprio sul 6 pari Potito però cede di schianto perdendo il primo set e perdendo il secondo set con un 6-1 che non ammette repliche.

Robin Haase b. Fabio Fognini 6-4, 6-4
Il mercoledì da dimenticare per il tennis azzurro a Montecarlo si conclude con la sconfitta di Fabio Fognini che si fa eliminare da Haase con un doppio 6-4. E pensare che l'avvio è stato incoraggiante con un 2-0 che lasciava presagire ad un'altra impresa del tennista ligure dopo quella di ieri contro Llodra. Purtroppo però l'azzurro ha subito il ritorno di Haase che ha vinto i successivi 4 games e perdendo poi il primo 6-4. Nel secondo set l'andamento è simile, Fognini parte forte ma poi si spegne e subisce il ritorno dell'olandese che vince il secondo set 6-4 e strappa il pass per gli ottavi di finale.
foto e articolo da Yahoo/Eurosport (n.d.r.)


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Gio Apr 19, 2012 1:44 am

Monte-Carlo - Principato di Monaco


Djokovic abbandona l´allenamento.

Novak Djokovic si stava allenando poco fa su uno dei campi secondari del Montecarlo Country Club. Dopo qualche minuto una persona del suo staff lo ha raggiunto e gli ha riportato all'orecchio qualcosa. Novak è scoppiato in un pianto a dirotto e ha abbandonato il campo.

La notizia è certa: poche ore fa è deceduto il nonno di Djokovic, Vladimir, di cui Nole aveva messo una foto poco tempo fa dopo la vittoria a Miami.

La tv francese continua a mostrare le immagini di Djokovic e la sequenza degli avvenimenti: Nole ha iniziato a guardare il suo cellulare molto preoccupato.Dopo pochi minuti l'arrivo del suo agente e il successivo abbandono dell'allenamento.

Djokovic sarà regolarmente in campo per la sua partita di ottavi contro Dolgopolov. Il serbo sembra aver manifestato la volontà di giocare. Una ulteriore conferma arriva dall'ATP che ha comunicato all'agenzia di stampa DPA che Novak disputerà il match.

Le parole del direttore del torneo, Zeljko Franulovic:"Se un giocatore decide di non giocare avverte subito gli organizzatori.Djokovic non l'ha fatto, quindi scenderà in campo".
TWI (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Gio Apr 19, 2012 8:15 am

errex ha scritto: Monte Carlo - Principato di Monaco



(foto da La Repubblica)


Ivan Lendl nella Hall of Fame del Country Club


Ivan Lendl, vincitore del torneo di Montecarlo nel 1985 e nel 1988 entrerà ufficialmente nella Hall of Fame del Montecarlo Country Club venerdì sera durante il Gran Gala dello Sporting.
L'ex campione ceco naturalizzato americano, nonché allenatore di Andy Murray, si è sottoposto, per l'occasione, ad un celebre "rito" della tradizione del torneo: ha "prestato" la sua mano per imprimerne l'impronta sullo stampo preparato da Stéphane Montalto, eletto miglior Ouvrier de France 2012 (Artigiano di Francia). L'impronta della "celebre" mano, solidificatasi dopo la cottura, verrà smaltata con il color del bronzo e si aggiungerà, come vuole la tradizione, a quelle dei vincitori che hanno fatto la storia del torneo di Montecarlo.
L'ex campione svedese Bjorn Borg, triplo vincitore dell'evento monegasco e membro della Hall of Fame dal 1987, arrivato ieri a Montecarlo, si è intrattenuto con Ivan Lendl e, ovviamente, prenderà parte all'annuale soirée.
Anche Ilie Nastase, Nicola Pietrangeli e Gianni Clerici hanno ricevuto l'onore di ricevere l'illustre riconoscimento.
Alla domanda sul pronostico tra Nadal e Djokovic, l'ex campione svedese vincitore di 11 slam ha risposto di voler "semplicemente assistere a una bella finale tra i due migliori giocatori del mondo.
Non voglio tifare per l'uno o per l'altro, basta che sia un bel torneo e una bella finale".
UBITennis - Laura Guidobaldi (n.d.r.)




(photo by AFP/Getty Images)


avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Gio Apr 19, 2012 7:03 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco



Novak Djokovic "saluta" nonno Vladimir dopo la vittoria su Dolgopolov

SOLO PER IL NONNO

OTTAVI DI FINALE

R16 (4) J Tsonga defeats (13) F Verdasco 76(7) 62
R16 (3) A Murray defeats J Benneteau 65
R16 (1) N Djokovic defeats (16) A Dolgopolov 26 61 64
R16 (2) R Nadal defeats M Kukushkin 61 61
R16 (6) T Berdych defeats (12) K Nishikori 26 62 64
R16 (9) G Simon defeats (7) J Tipsarevic 60 46 61
R16 R Haase defeats T Bellucci 62 63
R16 S Wawrinka defeats (8.) N Almagro 63 63

Sospettiamo che la cantina di Vladimir, nonno di Novak Djokovic, non fosse esattamente come la suite di un hotel di lusso. Era il luogo dove “Nole” si rifugiava nel 1999, in piena notte, quando gli aerei della NATO bombardavano Belgrado. Sono fatti che segnano nel profondo, specie se sei un bambino di 12 anni. Lo stesso Djokovic ha più volte ricordato che risale a quel periodo la sua grande voglia di vincere. E’ normale che fosse legatissimo al nonno. Il destino ha voluto giocargli un brutto scherzo: la notizia della sua morte è arrivata mentre si trovava a Monte Carlo, uno dei luoghi più lussuosi del pianeta. Là dove tutto luccica e dove “guerra” e “crisi” sono sostantivi sconosciuti. Puoi essere un grande showman (e Djokovic lo è), ma certi eventi vanno oltre. Non puoi controllare per tue reazioni. E allora è scoppiato in lacrime. Accanto a lui il manager e tutto l’entourage. La morte di una persona cara è un evento durissimo, è come un pezzo di te che vola via. In una giornata fortemente condizionata dalla pioggia, è sceso ugualmente in campo contro l’imprevedibile Dolgopolov. L’ambiente del Country Club era spettrale, quasi surreale. E sul campo si vedevano cose insensate. Approfittando delle logiche difficoltà di Djokovic, l’ucraino si è aggiudicato facilmente il primo set. A quel punto il numero 1 del mondo ha avuto una reazione puramente nervosa, dominando il secondo con un netto 6-1. La partita filava via veloce (meno di un’ora per i primi due set), poi c’è stata l’ennesima interruzione per pioggia sull’1-1 al terzo. La qualità è cresciuta a dismisura, con Dolgopolov capace di deliziare il pubblico con le sue devastanti smorzate. La palla corta dell’ucraino è la migliore del circuito, ma un conto è farla contro Darcis al challenger di Genova, un altro è sul centrale di Monte Carlo contro il numero 1 del mondo. Eppure spesso faceva il punto, esaltando i quasi 500 membri della “setta raeliana” che lo venerano su Facebook.

Nel nono game, Djokovic ha deciso di rompere gli indugi. Ha alzato il livello e ha infilato il break decisivo. Nell’ultimo game ha tirato due ace, lasciando di sasso il povero Dolgopolov, cui non è bastato lo sguardo rassicurante di coach Jack Reader in tribuna (c’era anche il manager Corrado Tschabuschnig). Dopo il matchpoint, Djokovic non sapeva cosa fare. Si è piegato in due, poi ha indicato il cielo prima di stringere la mano all’avversario. Poi è tornato in mezzo al campo, osservando il cielo finalmente azzurro, dando un commosso saluto al nonno. Sono stati momenti di grande pathos emotivo. Djokovic è scoppiato a piangere mentre sistemava la racchetta dentro la borsa, e non ha avuto la forza né di portarla fuori (gliel’hanno presa) né di autografare la telecamera come vuole il rituale dei Masters 1000. Tra mille patimenti, il serbo si è qualificato per i quarti, dove se la vedrà con Robin Haase, bravo a eliminare Thomaz Bellucci (giustiziere di Ferrer) con un netto 6-2 6-3. Chissà se la forza di nonno Vladimir lo accompagnerà fino a domenica, quando potrebbe affrontare Rafa Nadal e impedirgli di vincere Monte Carlo per l’ottavo anno consecutivo. In chiusura di programma, lo spagnolo ha fatto il compitino lasciando appena due giochi al povero Kukushkin, battuto 6-1 6-1 per firmare la 39esima vittoria di fila a Monte Carlo.
Foto e articolo da TennisBest (n.d.r.)



Le emozioni in campo di Novak Djokovic

avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Sab Apr 21, 2012 10:32 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco



(foto da UBITennis)


Nole e Rafa: ancora loro


Djokovic e Nadal si affronteranno in finale per l’ottava volta in poco più di un anno. Ha sempre vinto il serbo, ma lo spagnolo non perde nel Principato dal lontano 2003.
Che sia giunta l’ora?


Novak Djokovic contro Rafael Nadal. Il numero uno contro il suo immediato successore. Come lo scorso anno in quattro Masters 1000, e negli ultimi tre tornei del Grande Slam, ad affrontarsi in finale saranno ancora loro, autori di un match epico ai recenti Australian Open di Melbourne, terminato a favore del serbo dopo cinque lunghi set e poco meno di sei ore di battaglia. Sarà il trentunesimo confronto diretto fra i due (il secondo nel Principato dopo la finale del 2009), con Djokovic in vantaggio nei successi per 16 a 14, e – cosa ancor più importante – che è andato a segno negli ultimi sette, minando una dopo l’altra tutte le certezze del rivale. Se invece consideriamo solo i precedenti giocati sulla terra battuta, scopriamo che il bilancio è un netto 9-2 in favore dello spagnolo, ma i dati non sono del tutto veritieri. O meglio, c’è comunque da tener presente che da quando Djokovic è all’apice del rendimento (inizio 2011), con Nadal non ha mai perso, aggiudicandosi pure entrambe le sfide sul rosso. E questo, forse, è il dato più significativo.

Cosa attenderci quindi dall’incontro? Difficile fare previsioni. Sicuramente molto dipenderà dalle condizioni fisiche di Nadal e da quelle mentali di Djokovic, che dovrà necessariamente lasciarsi alle spalle (almeno per un paio d’ore) pensieri esterni al campo, e concentrarsi a pieno su ogni singolo quindici. Cosa che è riuscito a fare solo a sprazzi negli ultimi tre match, alternando momenti di grande tennis a distrazioni figlie dei problemi personali. L’impressione è che con Nadal il livello di gioco ricco di alti e bassi mostrato negli ultimi giorni possa non bastare, anche perchè lo spagnolo, pur avendo ripetuto più volte di essersi allenato poco e di non essere perciò soddisfatto della propria forma, è comunque arrivato in finale senza perdere nemmeno un set, e subendo solamente due break in 37 game di servizio (e per lui non è cosa da poco). Certo, non va dimenticato che un tabellone favorevole gli ha permesso di giungere all’atto finale senza trovare sulla sua strada nemmeno un top 10, ma, fatta eccezione per il match di primo turno, l’iberico è parso centrato e prontissimo a ripetersi per l’ennesima volta.

Tuttavia anche Djokovic, ora che è a un passo dal titolo, probabilmente lo desidera più che mai, e per vari motivi. A partire dal desiderio di dedicare una vittoria significativa al nonno Vladimir, sino ad arrivare alla voglia di spodestare Nadal nell’unico torneo in cui il maiorchino domina incontrastato fin da quando era un teenager, e non ha mai fallito l’appuntamento con il titolo. Tanto che in caso di successo, Nadal, prontissimo a difendersi con tutte le forze dall’assalto del rivale, diventerebbe (insieme a Guillermo Vilas) l’unico giocatore dell’era Open ad aver vinto per otto volte lo stesso torneo. Ma attenzione: l’argentino ce la fece nella sua Buenos Aires tra 1973 e 1982, mentre ‘Rafa’ ha la possibilità di farcela consecutivamente, e pure in un appuntamento di caratura decisamente più elevata. Insomma, un motivo in più per difendere il titolo. Ma, il 2011 insegna, potrebbe non bastare.
T.it (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Dom Apr 22, 2012 4:05 am

Monte-Carlo - Principato di Monaco





Nadal spazza via Djokovic: 6-3 6-1


Rafa Nadal blocca la "maledizione" Djokovic e si conferma re sulla terra del Pricipato. In poco più di un'ora e venti minuti lo spagnolo ha liquidato un numero 1 al mondo troppo falloso per poter impensierire il terrificante dritto di Nadal. E' l'ottavo titolo consecutivo a Monte Carlo


Che cosa può succedere quando un giocatore ritrova i suoi miglior colpi e non sbaglia praticamente nulla mentre l'altro è la copia irriconoscibile di se stesso? Un 6-3 6-1 in meno di un'ora e mezza potrebbe essere la riposta. Possiamo pressoché riassumere in questa maniera la finale del Monte Carlo Masters 1000 di oggi che consegna a Rafa Nadal l'ottavo titolo consecutivo del Principato, il primo della stagione sulla terra rossa ma, soprattutto, la fine della "maledizione" Djokovic. Lo spagnolo infatti aveva perso tutte e sette le ultime partite con Djokovic (finali) ma oggi, ritrovando un dritto "old style", una prima di servizio molto vicino alla perfezione e una profondità di colpi chirurgica ha annichilito un Novak Djokovic troppo falloso per essere vero.

NADAL "OLD STYLE" - Il primo set è emblematico. Nadal dovrebbe trovare profondità di colpi rispetto alla giornate precedenti mentre Djokovic dovrebbe concedere molti meno errori gratuiti. La chiave è questa ma a trovarla è solo Nadal che, oltre a una grande precisione, si affida oggi a una prima di servizio tirata con percentuali vicine alla perfezione: alla fine del primo tempo saranno 16 su 20 le prime messe in campo. Djokovic invece, dal canto suo, non riesce a elevarsi rispetto al resto della settimana continuando la serie di errori non forzati, gran parte con il rovescio, che avevano concesso di fatto anche a Berdych il primo set della semifinale. Due game su tutti: il terzo, dove il serbo tira lunghi due dritti e sbaglia di mezzo metro un rovescio dal centro del campo, e il nono, dove dopo essere chiamato agli straordinari per annullare la prima palla set, sbaglia nuovamente un cross di rovescio regalando a Nadal un primo set più facile del previsto.

MALEDIZIONE SFATATA - Ci si aspetterebbe la naturale reazione del numero 1 al mondo che come contro Berdych e Dolgopolov aveva faticato a trovare i suoi colpi ma, invece, è paradossalmente ancora Nadal a salire e il tennis del serbo a scendere. Nadal continua a portarsi a casa turni di servizio "a zero" contro quello che dovrebbe essere il miglior risponditore del circuito mentre Djokovic, insieme a una prima di servizio al limite dell'imbarazzo, continua a concedere errori gratuiti sia con il dritto cge con l'accelerazione in rovescio bimane. Ne consegue che nel giro di 20 minuti Nadal conquista un doppio break e va avanti 4-0. Il serbo prova ad affidarsi alla reazione d'orgoglio breakkando Nadal a zero ma è il classico game della disperazione. Nel game successivo infatti Nadal strappa - per la quinta volta! - il servizio del serbo prima di chiudere con un emblematico ace la partita del riscatto.

MERITI E DEMERITI - Fin dove arriva il merito di Nadal e il demerito di Djokovic è difficile capirlo. Certo, il lutto in famiglia ha indubbiamente segnato la settimana del serbo ma, è indubbio che, le accelerazioni di dritto di Nadal, oggi avrebbero fatto male a prescindere dalla condizione psicologica del ragazzo di Belgrado che per altro per tutta la settimana ha mostrato un livello di tennis ben lontano dai suoi standard. Nel regno di Nadal resta quindi ben salda la roccaforte di Monte Carlo. Adesso Barcellona, Madrid, Roma e Parigi. Djokovic avrà sicuramente chance per provare a vendicarsi.

Foto e articolo da Eurosport (n.d.r)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Dom Apr 22, 2012 8:20 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco





Nadal: ´ Il servizio e´ stato fondamentale´
Djokovic: ´ Oggi non c´ero con la testa´

Lo spagnolo felicissimo della vittoria: ´ Credo che la cattiva giornata di Nole non dipenda dalla morte del nonno´

Novak Djokovic: " La prima cosa che voglio dire è che Rafa merita totalmente la vittoria e io non voglio in alcun modo togliere qualcosa a lui e alla sua prestazione. Oggi per me non è stata una buona giornata. Il tennis è soprattutto uno sport mentale e quando non sei con la testa sul campo, improvvisamente tutto diventa più difficile. Rafa ha giocato bene ed è stato sufficiente per battermi. Ma voglio dire, io oggi non c'ero proprio. Ho avuto una settimana difficilissima e considerate le circostanze ero già molto sollevato di aver raggiunto la finale. Ora ho bisogno di riposo, di digerire bene quello che mi è successo e ricaricare le batterie per il prosieguo della stagione."

Rafa Nadal: " Novak ha trascorso una settimana durissima. Non si può essere sempre perfetti in ogni partita. Anche io a volte mi sono trovato a subire delle sconfitte pesanti contro di lui. Non so se la perdita del nonno abbia influito sulla sua prestazione di oggi perchè la spiacevole notizia gli è stata comunicata ad inizio settimana ( la notizia è arrivata Giovedì pomeriggio) e lui ha comunque raggiunto la finale." Lo spagnolo prosegue: " Lui ha avuto molti alti e bassi mentre io sono stato molto solido. Oggi avevo molta fiducia nel servizio e questo ha fatto la differenza. Vincere questo torneo che forse è il mio preferito mi da tantissima fiducia e per me è qualcosa di incredibile." Nadal è poi tornato sull'importanza del servizio: " Con questo colpo ho fatto tanti punti diretti e ho avuto modo di andare più spesso a rete."

Rafa e' in partenza per per Barcellona ma il suo ultimo pensiero va al calcio e al suo Real: " Ieri sera ho visto la partita e sono stato molto felice. Mercoledì ci sarà il match contro il Bayern e spero che siano le due spagnole a passare il turno per avere una finale spettacolare."
Immagine e articolo da TWI (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  errex il Dom Apr 22, 2012 8:20 pm

Monte-Carlo - Principato di Monaco





Una rondine non fa primavera


Rafael Nadal ha vinto a Montecarlo per l’ottavo anno di fila, riuscendo finalmente a battere Novak Djokovic dopo sette sconfitte consecutive. Ma il serbo era in pessime condizioni e con la testa altrove, e l’impressione è che il successo di ‘Rafa’ conti fino a un certo punto

Rafael Nadal ha vinto nel Principato per l’ottavo anno consecutivo, diventando il primo tennista a riuscirci in un torneo dell’era Open, e balzando al comando, con venti successi, nella classifica dei più titolati nei Masters 1000. Traguardi che non sono in discussione, ma la finale del torneo monegasco, complice un Novak Djokovic lontanissimo dai suoi standard, ha lasciato qualche perplessità. Parliamoci chiaro: nessuno vuole togliere nulla al torneo del maiorchino, a segno con una facilità disarmante malgrado una condizione fisica (a suo dire) non ottimale, ma è probabilmente lui stesso il primo a sapere che aver battuto il Djokovic di oggi conta fino a un certo punto. Infatti, pur essendo importante a livello psicologico essere finalmente tornato a superare il serbo (dopo sette sconfitte consecutive in altrettante finali), la vittoria odierna non sposta di nuovo l’equilibrio dalla parte di ‘Rafa’, né tantomeno andrà a creare dei dubbi nella mente di Djokovic.

Semplicemente perché il serbo non è praticamente mai sceso in campo. Apparso scarico mentalmente e piuttosto provato dal punto di vista fisico, ‘Nole’ ha commesso la bellezza di venticinque errori non forzati, mostrandosi poco reattivo con i piedi e non traendo dal servizio l’aiuto necessario per tener testa al rivale. Si è limitato a ‘buttarla di là’, rischiando il meno possibile e lasciando allo spagnolo la possibilità di comandare. Segno che qualcosa – ed è facile intuire cosa – lo limitava a livello mentale, non permettendogli di giocare il suo miglior tennis. È risaputo che per avere speranze di battere il tennista di Manacor non ci si può permettere pause, ed è necessario giocare al 100% per tutto l’incontro. Oggi Djokovic non è mai riuscito a farlo, e i quattro miseri giochi racimolati (col rivale che ha vinto ventidue punti in più) sono la naturale conseguenza del suo rendimento.

Quindi, onore comunque ai meriti di Nadal, che, per quanto inferiori ai demeriti del rivale, ci sono stati eccome (il numero due del mondo ha impresso un ritmo elevatissimo alla sfida, giocando in maniera molto aggressiva e ricavando parecchi punti dal servizio), ma per avere dei dati più attendibili dovremo aspettare i prossimi tornei. Prima Madrid e Roma, poi il Roland Garros, unico torneo del Grande Slam che ancora manca nel palmares di Djokovic e suo obiettivo dichiarato per la stagione corrente. Tutti e tre gli eventi presentano condizioni di gioco più rapide rispetto a quelle offerte dai campi del Country Club, e quindi (sulla carta) più adatte agli avversari di ‘Rafa’. Fra loro anche Roger Federer, che si è preso (saggiamente) qualche settimana di pausa tra vacanze e allenamenti, e si presenterà probabilmente tirato a lucido ai prossimi appuntamenti. La stagione sulla terra battuta europea è solo all’inizio, ed è scattata come quella dello scorso anno. Proseguirà in quel verso, e magari con un titolo molto significativo in più per il numero uno del mondo, o quest’anno Nadal tornerà l’assoluto dominatore della terra battuta che tutti conoscevamo? La risposta nei prossimi mesi.
immagine e articolo da T.it (n.d.r.)
avatar
errex
Communications

Messaggi : 3199
Data d'iscrizione : 11.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ATP 1000 Montecarlo (23)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum